Socialmente

AstroSamantha si prepara per tornare in orbita

di Redazione

2 minuti

Conto alla rovescia per la Crew Dragon Freedom della SpaceX. Il lancio del razzo Falcon 9 verso la Stazione spaziale internazionale (ISS), con a bordo l’astronauta dell’ESA (Agenzia spaziale europea) Samantha Cristoforetti, è previsto per il prossimo 27 aprile al John F. Kennedy Space Center (KSC). Sarà il quarto volo di rotazione dell’equipaggio di una navicella del modello e il quinto orbitale con personale, e porterà, oltre all’italiana, il comandante Kjell Lindgren, il pilota Robert Hines e l’altra specialista Jessica Watkins, prima donna afro discendente sulla ISS. La capsula è stata chiamata Freedom, in onore alla Mercury-Redstone 3, il primo viaggio spaziale umano degli Stati Uniti. 


Il segmento europeo della missione è stato battezzato Minerva, ispirato alla dea romana della sapienza, saggezza e delle arti utili ed è la seconda missione di Samantha, specialista e responsabile per l’USOS (acronimo di US Orbital Segment – l’insieme dei moduli costruiti e utilizzati sia dall’ESA che dalle agenzie NASA, CSA e JAXA), che comprende anche i moduli europei, giapponesi e canadesi. Il nome è un omaggio alle competenze degli uomini e delle donne che rendono possibili i voli spaziali. 


L’astronauta si dice molto emozionata per la sua prima esperienza nella storica base di Capo Canaveral, dal momento che il decollo precedente per la missione Futura del 2014 era partito dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan. Lo ha raccontato lei stessa al Lyndon B. Johnson Space Center (JSC) a Houston, durante la conferenza stampa di presentazione. 


Il mio primo lancio è stato da Baikonur, una base intrisa di tradizioni dove si compie un percorso quasi rituale verso il lancio che porta a ripercorrere le tappe fondamentali attraversate dagli equipaggi precedenti. Questo invece sarà il mio primo lancio dal Kennedy Space Center e non vedo l’ora di scoprire quali sono le tradizioni pre-lancio”, ha dichiarato Samantha Cristoforetti


Per l’ESA la missione Minerva di Samantha Cristoforetti è la terza consecutiva dopo quelle di Thomas Pesquet e Matthias Maurer”, ha dichiarato Frank De Winne, capo del Centro astronautico europeo dell’ESA. “Samantha al momento è l’unica donna nel corpo astronauti europeo e siamo certi che il suo impegno nel corso degli anni sia stato di ispirazione per le numerose donne che hanno partecipato alla selezione per diventare astronaute. È un momento cruciale per lo spazio europeo: tra pochi dovremo decidere il finanziamento di tanti progetti, che comprendono anche l’invio di astronauti europei sulla superficie lunare”. 


L’Italia contribuirà alla missione Minerva attraverso l’Agenzia spaziale italiana (ASI) che svolgerà nuovi esperimenti scientifici nei settori della medicina e della nutrizione così da preparare il terreno per l’esplorazione spaziale del futuro. Compito di Samantha Cristoforetti sarà anche seguire alcuni degli esperimenti già a bordo della stazione, avviati nel 2019 dal collega Luca Parmitano durante la missione Beyond.


Sarà possibile seguire in diretta streaming il decollo, previsto per le 09:52 di Roma (UTC/GMT +1).
Qui il link: www.nasa.gov/multimedia/nasatv/ 

Riproduzione Riservata © 2022 Scitizenship

SHARE ON