Società

500 giorni in una grotta: l’esperimento di un’atleta spagnola

di Redazione

2 minuti

L’atleta spagnola di sport estremi Beatriz Flamini ha recentemente completato un incredibile esperimento scientifico, vivendo per 500 giorni in completa solitudine all’interno di una grotta situata a 70 metri di profondità nei pressi di Granada, senza alcun contatto diretto con l’esterno o la luce naturale. Dopo aver completato l’esperimento, Flamini ha dichiarato che l’esperienza è stata “eccellente e insuperabile“.

Flamini ha trascorso il tempo senza parlare con nessuno per un anno e mezzo, avendo solo la compagnia di se stessa. Nonostante ciò, ha portato con sé libri, luci artificiali e telecamere per documentare la sua esperienza, ma non aveva un telefono o strumenti per controllare il tempo. Una squadra di supporto tecnico le forniva il cibo in un punto della grotta senza avere alcun contatto con l’atleta.


L’obiettivo principale è stato quello di studiare gli effetti mentali e fisici di un isolamento del genere. Secondo David Reyes, della Federazione Andalusa di Speleologia, che ha coordinato la sicurezza di Flamini, “sfide di questo tipo sono già successe molte, ma nessuna con tutte le premesse di questa: sola e in totale isolamento, senza contatto con l’esterno, senza luce (naturale) e senza riferimenti di tempo“.

Dopo i primi 300 giorni, Flamini è stata costretta a uscire a causa di un guasto al router che le permetteva di comunicare con l’esterno e di chiedere aiuto in caso di emergenza. Durante la settimana di attesa per la riparazione, l’atleta è stata tenuta isolata in una tenda e poi è tornata nella grotta per completare il suo esperimento.

Flamini ha anche trascorso il suo tempo facendo esercizi, dipingendo, disegnando e lavorando a maglia. Ha letto ben 60 libri e consumato circa 1.000 litri d’acqua durante il suo soggiorno sotterraneo.

La squadra di supporto ha dichiarato che ha stabilito un nuovo record mondiale per il tempo più lungo trascorso in una grotta in un esperimento scientifico monitorato da esperti. Inoltre, l’esperienza di Flamini sarà oggetto di un documentario realizzato dalla produttrice spagnola Dokumalia.

Riproduzione Riservata © 2024 Scitizenship

Aggiornato il 05/15/2024

Articoli correlati