Tech

I tweet sul cambiamento climatico sono uno strumento politico?

di Redazione

2 minuti

Un nuovo studio internazionale pubblicato sulla rivista Nature Climate Change ha analizzato i tweet scambiati dal 2014 al 2021 sulle Conferenze delle Parti (COP), ovvero gli incontri annuali dei Paesi firmatari della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici. Il principale risultato emerso dall’analisi dello studio è stato la crescente polarizzazione delle idee sul clima, avvenuta soprattutto a partire dal 2019, con un incremento rilevante durante la COP26 del 2021 ospitata a Glasgow, in Scozia.

Il team coordinato da Walter Quattrociocchi del Dipartimento di Informatica della Sapienza, all’interno della IRIS Academic Research, ha utilizzato tecniche di analisi dei social media per comprendere come le discussioni sul clima siano cambiate nel tempo. In particolare, il team ha osservato che i post degli oppositori al cambiamento climatico sono stati ricondivisi 16 volte di più durante la COP26 rispetto alla COP21. Questo risultato è 4 volte maggiore di quello dei gruppi pro-clima.

Allo stesso tempo, le opinioni “negazioniste” sono state diffuse da un numero sempre più alto di account che non si occupavano in maniera specifica di clima e ambiente. Questo indica che la discussione sul clima si è estesa ben oltre la comunità scientifica e ambientalista, diventando una questione di interesse pubblico. Un punto che accomuna le due schiere opposte di fruitori della piattaforma social è la critica all’ipocrisia elitaria, riguardante in particolare la questione dei jet privati che ha scatenato forti polemiche sia da parte dei gruppi pro-clima, sia da quelli contrari.

Le accuse di ipocrisia sono utilizzate come arma da gruppi che si opponevano all’azione per il clima allo scopo di screditare i vertici e l’azione politica. In particolare, la polarizzazione è avvenuta nel momento in cui è stata anche osservata una maggiore attività da parte di personalità di una determinata area politica per contrastare gli avversari rallentando le iniziative a favore dell’ambiente.

Riproduzione Riservata © 2024 Scitizenship

Aggiornato il 05/11/2023

Articoli correlati