Culturalmente

Una Notte dedicata alla Ricerca

di Redazione

2 minuti

Torna all’Università degli Studi Roma Tre la Notte Europea dei Ricercatori e delle Ricercatrici, l’evento che da anni porta la scienza e la tecnologia tra i cittadini, bambini, giovani e meno giovani.


Venerdì 30 settembre 2022, l’Ateneo aprirà la sua sede di Via della Vasca Navale 109, dalle 19:00 alle 24:00, a curiosi di ogni età per trascorrere una serata scientifica con visite ai laboratori, show e mostre, laboratori per i più piccoli, attività interattive, approfondimenti. La Notte Europea dei Ricercatori e delle Ricercatrici è inserita in una settimana di eventi che si svilupperà da lunedì 26 settembre a sabato 1° ottobre 2022. A Roma Tre, gli appuntamenti si terranno prevalentemente in presenza.


Tra le attività principali si segnalano: interviste ai protagonisti della ricerca a Roma Tre, visite guidate, attività interattive, approfondimenti su biodiversità, cambiamenti climatici e sostenibilità, robotica, Sistema Solare, arte e matematica, nuove tecnologie, nanoscienza, fisica e chimica, laboratori e giochi scientifici per i più piccoli. L’Ateneo partecipa con i Dipartimenti di Architettura, Ingegneria, Ingegneria Industriale, Elettronica e Meccanica, Matematica e Fisica, Scienze.


La manifestazione fa parte del progetto #LEAF, acronimo per “𝗵𝗲𝗮𝗟 𝘁𝗵𝗘 𝗽𝗹𝗔𝗻𝗲𝘁’𝘀 𝗙𝘂𝘁𝘂𝗿𝗲”, cura il futuro del pianeta, organizzato da Frascati Scienza e promosso dalla Commissione Europea e dalla Regione Lazio. Gli argomenti trattati riprenderanno alcuni degli obiettivi dell’Agenda 2030. L’immagine di #LEAF non poteva che essere una foglia, verde, fresca, resiliente e lussureggiante, come la ricerca. “La Notte Europea dei Ricercatori e delle Ricercatrici, così com’è concepita, è l’espressione più completa delle tre anime su cui Roma Tre basa la propria mission: la didattica, la ricerca e la terza missione, ovvero il rapporto dell’Ateneo con il territorio. Per tale ragione, è un’occasione importante per dialogare con la città sui temi cari alla ricerca di Roma Tre, un’opportunità per alimentare passioni, per suscitare curiosità ed interesse verso i grandi temi del presente e del futuro e, soprattutto, per creare una cultura scientifica diffusa”, afferma il Rettore dell’Università degli Studi Roma Tre Massimiliano Fiorucci.


L’obiettivo principale della manifestazione è rendere la scienza accessibile a tutti perché scienza e tecnologia possono rispondere alle domande sulla vita di ciascuno e possono essere un investimento per il futuro dei giovani. La scienza è vicina e quotidiana e può essere comprensibile anche ai non esperti. La partecipazione è gratuita. Gli hashtag ufficiali da utilizzare sui canali social saranno: #MSCANight #LEAF Per consultare il programma, seguire gli appuntamenti in streaming nei giorni della manifestazione e prenotarsi agli eventi dal vivo, consultare il sito: http://nottericerca.uniroma3.it/.


[LEAF è finanziato dal programma HORIZON-MSCA-Citizens-2022 della Commissione Europea, nell’ambito delle azioni Marie Skłodowska-Curie].

Riproduzione Riservata © 2022 Scitizenship

SHARE ON