Salute

Modificare il microbioma per combattere l’ansia sociale

di Redazione

2 minuti

I microbi intestinali potrebbero svolgere un ruolo chiave nel disturbo d’ansia sociale, svela uno studio pubblicato sulla rivista dell’Accademia delle Scienze degli Stati Uniti, Pnas, e condotto dalla ricercatrice Tina Darb, del centro irlandese dedicato allo studio del microbiota Apc Microbiome che si trova presso l’University College Cork. I risultati dello studio, che ha incluso il trapianto dei microbi delle persone nei topi, suggeriscono che il microbioma intestinale potrebbe avere un ruolo causale nelle risposte accentuate alla paura sociale nel disturbo d’ansia sociale (DAS).

I ricercatori hanno notato differenze nel microbioma intestinale – l’insieme di batteri e organismi presenti nel sistema gastrointestinale – tra le persone con DAS e gli individui sani. In particolare, i ricercatori hanno trapiantato microbi prelevati dagli intestini di persone con DAS nei topi, osservando un aumento della risposta alla paura sociale in questi animali. Questi risultati sono in linea con ricerche precedenti che hanno dimostrato risultati simili per condizioni come la depressione e la sindrome dell’intestino irritabile.

Il professor John Cryan, coautore dello studio presso l’University College Cork, sottolinea che, sebbene fattori come genetica e ambiente possano contribuire a disturbi come il DAS, l’importanza del microbiota intestinale non può essere trascurata. La cura del microbiota, sia durante lo sviluppo che in etĂ  adulta, è essenziale per mantenere un funzionamento adeguato del cervello sociale.

Questo studio apre nuove strade per lo sviluppo di terapie, tra cui la possibilitĂ  di modificare il microbioma attraverso diete mirate. “Aumentare la quantitĂ  di fibre e cibi fermentati nella dieta potrebbe avere effetti benefici”, ha dichiarato Cryan, “ed è qualcosa che siamo molto interessati a esplorare, andando avanti”.

Riproduzione Riservata © 2024 Scitizenship

Aggiornato il 05/15/2024

Articoli correlati