Medicina

Al via il primo programma di vaccinazione anti-malaria

di Redazione

2 minuti

Il Camerun ha avviato il primo programma di vaccinazione contro la malaria nel mondo. La campagna di vaccinazione, che ha avuto inizio il 22 gennaio 2024, è fondamentale per affrontare questa malattia mortale e altamente contagiosa trasportata dalle punture di alcune specie di zanzare. Solo nel 2022, la malaria ha causato la morte di quasi 600.000 persone in Africa, di cui circa 460.000 erano bambini sotto i 5 anni.

Il vaccino utilizzato, chiamato RTS,S, è stato sviluppato dalla GlaxoSmithKline, un’azienda farmaceutica britannica, e ha ottenuto l’approvazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) nell’ottobre 2021. Durante la fase di sperimentazione in Kenya, Malawi e Ghana, il vaccino è stato somministrato in quattro dosi ai bambini di cinque mesi, riducendo i sintomi della malaria del 30%.

Il Camerun è il primo paese a lanciare un programma di vaccinazione di questa portata, ma altri 11 paesi africani prevedono di avviare le loro campagne entro la fine del 2024. Questo sforzo è coordinato dall’Alleanza mondiale per la vaccinazione GAVI e i primi 18 milioni di dosi saranno destinati ai bambini più vulnerabili.

Negli ultimi anni, l’Africa ha sperimentato un aumento dei casi di malaria, in parte a causa dei rallentamenti nell’approvvigionamento di farmaci dovuti alla pandemia di Covid-19 e ai conflitti regionali. Le zanzare sono diventate più resistenti agli insetticidi e alcuni farmaci sono diventati meno efficaci contro la malattia.

Le preoccupazioni riguardo a una possibile carenza di dosi sono diminuite con l’approvazione di un altro vaccino contro la malaria alla fine del 2023. Il vaccino R21, sviluppato dall’Università di Oxford e prodotto dal Serum Institute of India, il più grande produttore di vaccini al mondo, potrebbe essere distribuito in sette paesi già tra maggio e giugno 2024. Questo dovrebbe contribuire a fronteggiare la sfida su larga scala, poiché l’istituto afferma di avere la capacità di produrre 100 milioni di dosi all’anno.

Nonostante l’entusiasmo per la campagna vaccinale, gli esperti raccomandano di non trascurare altri strumenti consolidati di prevenzione della malaria, come le zanzariere. La logistica della campagna rappresenta una sfida, specialmente nelle comunità remote del Camerun, ma i responsabili sono ottimisti nell’ottimizzare i tempi e il coordinamento con altri programmi di vaccinazione già in corso.

Riproduzione Riservata © 2024 Scitizenship